Vicenda Harlan: le scimmie sono ancora imprigionate

Continua la vicenda dei macachi destinati alla vivsezione
Comunicato stampa "Freccia 45" del 26 marzo 2012

 

Continua il caso Harlan: i macachi non sono ancora liberi e il tempo sta per scadere. Nonostante mass media, animalisti e interessati si siano mobilitati per salvare i piccoli animali che, catturati in natura ed ingabbiati, stanno per subire atrocità prima della morte, i giorni sono passati e Harlan non ha ancora liberato i piccoli animali. Freccia 45 si oppone e chiede giustizia.

Ecco in breve i fatti accaduti nelle ultime settimane:

21.02.12 - A Correzzana, piccolo Comune della Provincia di Monza e Brianza, arrivano, da 4 centri della Repubblica Cinese e da 2 centri dell’Isola di Mauritius, 104 macachi destinati ai laboratori di vivisezione. I primi 104 di un’autorizzazione annuale di 900 rilasciata dal Ministero della Salute italiano alla multinazionale HARLAN. I macachi hanno fatto un viaggio estenuante partito via camion prima, poi proseguito via aereo da Pechino con AIR China e, dopo essere atterrati a Fiumicino, sono stati trasportati via camion nel nord Italia.

25.02.12 – Freccia 45, che aveva ricevuto notizia prima del loro arrivo, si mette in contatto con diversi media. Repubblica raccoglie la richiesta di aiuto e fa uscire il primo articolo di denuncia.

28.02.12 – Il Ministero della Salute invia un’ispezione NAS presso la sede di Harlan. Nonostante le divulgazioni di regolarità divulgate dai media, fonti ministeriali comunicano che l’ispezione abbia riscontrato irregolarità alle normative igienico – sanitarie.

03.03.12 – Davanti alla multinazionale Harlan, si riuniscono 500 amanti degli animali (associazioni e cittadini) che manifestano, anche con un corteo che raggiunge il Municipio, il totale dissenso alla presenza di Harlan in Italia ed alla pratica della vivisezione in generale.

16.03.12 – La Provincia di Monza e Brianza si schiera contro la vivisezione e specificatamente contro Harlan approvando la mozione (22 favorevoli su 23) contro la presenza della struttura nella Provincia e contro la movimentazione dei macachi.

17.03.12 – Le Associazioni animaliste incontrano il Sindaco ed il Vice Sindaco del Comune di Correzzana. Dopo ampia discussione, l’Amministrazione comunale, con grande delusione da parte delle Associazioni, comunica di non essere intenzionata a prendere posizione in merito alla vicenda. Nonostante una richiesta di accesso gli atti depositata presso il Ministero della Salute, un fascicolo aperto presso la sezione penale della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Monza e Brianza in cui è stato domandato il sequestro dei macachi con nomina di custode giudiziario e presa in carico degli stessi, una richiesta di immediato intervento depositata presso il Corpo Forestale dello Stato ed un’istanza con richiesta di esercizio del dovere di controllo ed ispezione trasmessa in Regione Lombardia, TUTTO TACE.

ED ORA ? - La quarantena sta per terminare ed Harlan non ha confermato le assicurazioni divulgate dalla stampa. Se entro 1 settimana i macachi non verranno salvati, verranno inviati ai laboratori di vivisezione per essere torturati e poi uccisi (http://radiobau.it/?p=2104).

Freccia 45 invita tutti gli amanti degli animali contrari alla crudele ed inutile pratica della vivisezione, a manifestare il proprio dissenso partecipando al presidio che si terrà il giorno sabato 31 marzo alle ore 11,00 davanti alla sede di Harlan in Correzzana, Via Enrico Fermi, 8.